Seleziona una pagina

Andrea Casillo è nato il 24 aprile 1980 a Seriate (BG).
Il fascino dei muri dipinti e disegnati delle città raccontavano storie fantasiose sogni e illusioni. Così nel 1997,  si avvicina a quell’artea che da lì a poco sarebbe stata chiamata “Arte dei graffiti“. Il desiderio di avvicinarsi a questa nuova espressione figurativa si trasforma in realtà quando una banale bomboletta diventa compagna di vita.


Tra i banchi di scuola, in un’aria intrisa di pensieri e parole, iniziano a prendere forma i primi disegni.
Nelle mani, i colori, l’aula e il banco prendono forma diventando un album di disegni, una tavolozza, un inizio, la gavetta di un sognatore.
Inizia così il suo percorso artistico dipingendo graffiti sui muri e diventando un vero writer prendendo il nome di “Kasy23”.

Maneggiando con sapienza ed esperienza l’agile strumento della bomboletta, fa scaturire figure geometriche fluide che si snodano in un vortice di movimento e colore, a simulare città immaginarie, costruzioni che svettano e si incurvano e creature fantastiche che si innalzano in uno spazio tridimensionale indefinito e brillante.
L’uso bistrattato dello spray assume con Andrea Casillo, un valore tutto nuovo, dimostrando come il loro utilizzo possa creare armonia delle forme.
la tecnica e la pratica nascono dallo sguardo innovativo ed immediato dell’artista.

Nel 2005 rivoluzione a due ruote; il trauma non ferma l’impeto per dipingere ma stimola ancor più l’amore per il disegno.
Rivoluzione di vita in tela. Nella nuova arte si dipinge in contrasto su superfici dure come la pietra e morbide come la tela grazie ad un cambiamento del corpo. Un artista completo e unico nel suo stile.
Per Kasy arte è tutto ciò che può comunicare qualcosa ed emozionare. Le sue opere sono frutto di un’ispirazione personale e di un’esperienza che si è fatto da solo, a tu per tu con il mondo esterno dal
dal quale si vive il bene e il male.

Kasy 23 su facebook qui, su instagram qui